Santiago-Therapy, funziona ?

Aggiornamento: 12 set 2021

Senza dubbio un giorno ti verrà chiesto perché vuoi camminare sui cammino di Santiago. ​


Le motivazioni sono molto diverse e varie da persona a persona: voglia di libertà, avventura, scoperta, di riprendere il controllo della propria vita ecc... ma spesso è difficile dire nel momento preciso in cui ti viene posta questa domanda fondamentale , perché alla fine hai deciso di prendere i tuoi bastoncini da pellegrino.


Percorrere i cammino di Santiago, secondo me, non è solo una semplice escursione, è un vero e proprio viaggio iniziatico, un'avventura interiore che gradualmente ci trasforma, per scoprire una versione migliore di noi stessi.


Più che un'escursione, è un viaggio verso se stessi che va ben oltre la meta che ci eravamo prefissati inizialmente. Percorrere le strade di Santiago è un lungo apprendistato, è una formazione continua, come sono solito dire, che per alcuni dura tutta la vita.


Il cammino de Compostela non si limita quindi al semplice fatto di camminare dal punto A al punto B. Inizia molto prima della partenza e prosegue ben dopo l'arrivo. Dopo un certo tempo, il cammino resta ancorato in te: noi non lo seguiamo, è lui che ci segue, noi non lo facciamo, è lui che non ci fa passo dopo passo.


È anche il punto di vista dell'esploratore francese Théodore Monod che diceva che “il viaggio è un maestro lento!! ". Si dice così bene, ma molto più che un insegnamento, il Cammino di Santiago è una vera e propria terapia, che qui possiamo descrivere come un insieme di processi di trasformazione personale e di idee chiave che si articolano tra loro per un essere migliore . È un metodo curativo o preventivo che resta un mezzo come un altro per sviluppare la propria umanità e fiducia in se stessi.



Pubblica per condividere senza moderazione sui tuoi social network :-)


Buen camino !!!

Lionel de Compostelle

instagram, facebook, twitter, youtube, pinterest,

compostelle-autrement.com






0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti